Intervista a Bazzoni, D’Ottavi, Di Teodoro, Mazzamurro

Quanti anni avete?
Gloria Bazzoni 28 anni, Sara D’Ottavi 26 anni, Marco Di Teodoro 27 anni, Matteo Mazzamurro 28 anni.

Quando vi siete laureati?
Gloria Bazzoni 04.07.2018, Sara D’Ottavi 04.07.2018, Marco Di Teodoro 11.04.2018, Matteo Mazzamurro 04.07.2018.

Rispetto alla vostra formazione, quanta distanza c’è tra il dire e il fare?
Nel percorso accademico l’approccio teorico rappresenta una parte importante; fondamento e alimento di tutti i percorsi progettuali da dover intraprendere.
All’istanza teorica subentra poi quella pratica, elemento fondamentale per la pratica professionale. Pratica e teoria, dire e fare, in definitiva sono elementi che devono essere sviluppati parallelamente, l’uno trova forza nell’altro e danno significato alla parola progetto.

Lavorate in Italia o all’estero?
Attualmente lavoriamo tutti in Italia.

Tre ragioni per cui vale la pena lavorare in Italia e tre ragioni per cui bisognerebbe gettare la spugna?
Tra le motivazioni inducono a “gettare la spugna” ci sono:
-spesso meriti, esperienze e capacità acquisite negli anni non vengono riconosciuti;
-una volta inseriti in un contesto lavorativo, si è sottopagati;
-spesso la ricerca della qualità progettuale e la cura dei luoghi e delle persone vengono surclassate da logiche meramente economiche.
Nonostante ciò, crediamo che sia importante e valga la pena provare a rimanere a lavorare in Italia perché:
-troviamo mortificante il doverci arrendere alla condizione attuale senza provare a far qualcosa;
-bisogna avere il coraggio di provare a cambiare lo status quo verso un cambiamento sistemico delle nostre città e modi di abitarla capace di generare nuove dinamiche di bene collettivo;
-crediamo che l’Italia non sia un Paese senza opportunità.

Sogno nel cassetto?
La passione verso l’architettura come strumento per prendersi cura tanto dei territori e delle città, quanto dei piccoli luoghi, e quindi delle persone.
La nostra aspirazione è quella di poter crescere, maturare ed affrontare nuove esperienze che ci accompagnino nel percorso di crescita; queste esperienze formative e lavorative che ci arricchiscono e si sommano a quelle già maturate fino a raggiungere un momento di consapevolezza tale da poter confluire nella realizzazione di un progetto comune; un atelier di progettazione che faccia tesoro delle diversità e degli interessi che ci accomunano e che si metta al servizio dei luoghi e delle persone.

Cosa vi ha ispirato del sito di progetto che avete scelto?
Il sito di progetto scelto è quello del Lanificio al Bivio. Si tratta di un’area complessa, sviluppatasi su stratificazioni fisiche, storiche e sociali. E’ nella sua complessità che rintracciamo aspetti e caratteristiche stimolanti; precursore di quello che si prospetta poter essere un nuovo motore di riattivazione urbana e sensibilizzazione alla cura dell’ambiente naturale. Sinonimo di integrazione tra artificio e natura, lavoro e formazione. Il Lanificio al Bivio ci suggerisce possibilità e modi di abitare lo spazio, offrendo spunti di socializzazione e nuove relazione tra spazio pubblico e spazio privato.

Un progetto che vi rappresenta?
“Noi abbiamo aggiunto appena qualche cosa in più: un po’ di acqua, un camino. Abbiamo fatto soprattutto uno sforzo per dignificare la posizione umana. L’architettura non è solo un’utopia, ma è un mezzo per raggiungere certi risultati collettivi.”
Un progetto che ci rappresenta e che è espressione del nostro percorso, è senza dubbio il progetto per il SESC Pompeia di Lina Bo Bardi a São Paulo, in Brasile.
Esso rappresenta un importante tentativo di integrazione tra l’architettura modernista e le esigenze di una società in tumultuoso cambiamento.
Seguendo tutte le fasi del progetto, dalla scala urbana fino agli arredi, Lina Bo Bardi ha reso il SESC un luogo di socializzazione e quindi incline al riscatto sociale delle persone che lo abitano, al quale noi ci ispiriamo per il nostro modo di fare architettura.

essay writing how can i write an essay english research paper good college essays cheapest essay writing service cheap term paper writing service college essay papers best dissertation academic writing help essay mla write my paper essays writing help research paper for sale cover letter writing service book review essay pay for term papers classification essays essays online dissertation help writing an academic essay
lab report abstract multiple choice questions and answers powerpoint presentation help book review essay buy essay uk cheap research papers pro essay writer academic report writing undergraduate dissertation proposal cheap coursework writing service essay writing help results section of lab report
writing a linkedin summary research essay good college application essay dissertation proposal methodology buying a research paper writing papers speech services academic term papers college essay online basic essay outline college scholarship essay writing a good thesis write my essay cheap
Copyright © 2021 — Premio di architettura Federico Maggia